DAD 2019/2020

PROTOCOLLO DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI NELLA DIDATTICA A DISTANZA (DAD) DOCUMENTO CONDIVISO DAL COLLEGIO DEI DOCENTI NELLA RIUNIONE SVOLTASI DA REMOTO IN DATA 16 APRILE 2020

SCUOLA PRIMARIA

 Riferimento normativo: Nota MI 388 del 17 Marzo 2020

Come si legge nella nota di riferimento, la valutazione si ispira ai criteri della valorizzazione del processo di apprendimento di ogni alunno, della personalizzazione e della trasparenza di giudizio, nonché della tempestività relativa alla correzione che deve avvenire all’interno dello scambio relazionale tra docente ed allievo nell’hic et nunc che caratterizza il momento di riflessione insito nella valutazione stessa. Dunque, la valutazione non mira alla classificazione o a quantificare quanto lo studente sa, ma ad osservare e valorizzare il processo di apprendimento individuale, per mettere ciascuno in condizione di poter “imparare ad imparare”, ovvero autonomizzarsi nel corso del processo stesso e di migliorare le proprie competenze (conoscenze e abilità). Si pone in rilievo il valore formativo della valutazione anche in relazione ad una specifica attenzione all’autovalutazione ed all’autovalutazione tra pari, che in tal senso facilita e sostiene il tratto orientante e responsabilizzante della valutazione stessa; questa rappresenta la possibilità di tenere traccia in senso dinamico delle evoluzioni degli apprendimenti che caratterizzano il singolo studente intesa come processo in cui l’alunno è messo in condizione di capire “cosa e come si è sbagliato” e di ricevere indicazioni sulle modalità di recupero, consolidamento, approfondimento.

Le attività di didattica a distanza sono state oggetto di valutazione formativa:

  • nella valutazione dei compiti e delle prove, ciascun docente ha fornito agli alunni indicazioni finalizzate al recupero delle carenze, potenziando le conoscenze acquisite e le specifiche risorse;
  • durante la prima settimana di maggio ogni alunno ha ricevuto una prima valutazione, intermedia ed orientante, attraverso un colloquio con i genitori avvenuto grazie all’utilizzo della piattaforma in uso per la DAD;
  • durante le prossime due settimane di giugno, ogni alunno riceverà una seconda valutazione, per ciascuna disciplina, espressa da ciascun docente;
  • il team dei docenti esprimerà una valutazione formativa in relazione alla conoscenza dell’alunno nel corso dell’intero anno scolastico, tenendo conto dei cambiamenti e delle evoluzioni avvenuti sia nel primo periodo didattico durante lo svolgimento delle attività in presenza, sia nel periodo relativo alla DAD. Nello scrutinio di fine anno, dunque verranno prese in considerazione sia conoscenze, competenze ed abilità relative alle discipline, sia l’accrescimento di competenze trasversali, anche definite soft skills, con particolare riferimento alla metacognizione e alla rielaborazione, all’autonomia ed al problem solving, alla capacità di adattamento, alla creatività ed al lavoro in gruppo.