SCUOLA,
PRIMARIA
PARITARIA.

La scuola primaria Miele è una scuola “bilingue”, dove i programmi didattici vengo svolti in Italiano ed in Inglese. Liberamente scelta dalle famiglie che amano investire in istruzione come in educazione, essa si rivolge ai bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni dove, in questa fase, il bambino necessità di tempo per giocare, esplorare, dialogare, osservare,  scoprire il mondo vivendo serenamente ogni tappa, ogni piccola scoperta, ogni passo con il proprio ritmo e nel rispetto dei tempi di ciascuno.

In questo periodo, il bambino arricchisce il proprio vocabolario, sa comunicare agli altri emozioni e pensieri, rivolgere domane, si sa raccontare è in grado di fare confronti tra lingue diverse e affina la sua conoscenza del mondo, grazie a sviluppate capacità di ipotesi e di analisi delle trasformazioni naturali.

È padrone delle facoltà logiche e matematiche, sa collocare gli oggetti nello spazio, e se stesso, è consapevole della collocazione temporale degli eventi.

Nel rapporto con gli altri impara a comunicare, inteso non solo come espressione, ma anche come ascolto e comprensione, impara a usare il dialogo per scambiare informazioni e accrescere le conoscenze. 

Inizia a porre domande su temi esistenziali e religiosi, sulle diversità culturali, inizia a strutturare, raccogliendo informazioni con le domande, un proprio senso del bene e del male e di cosa è un diritto e cosa un dovere, impara come comportarsi in un contesto sociale.

Scarica il Progetto educativo ed il Piano Triennale dell’Offerta Formativa
P.E.       P.T.O.F.

Download

Si esprime, inoltre, attraverso il disegno e la pittura, è cosciente della propria identità, dei propri bisogni e dei propri sentimenti, è quindi in grado di esprimere emozioni.

L’offerta formativa della scuola primaria Miele è una risposta adeguata al bisogno di formazione del bambino in questa fascia di età.

Il personale, preparato e qualificato, che ha in carico la formazione dei bambini è in grado di riconoscere le esigenze di ciascuno, i ritmi e i tempi di apprendimento, e sviluppare nel modo migliore per ciascun bambino le potenzialità di ognuno.

L’aspetto privatistico della scuola si manifesta anche nell’offrire una serie di servizi utili al raggiungimento della flessibilità per i genitori con assoluta garanzia di benessere psicofisico per i bambini, come il comodo servizio navetta, gli orari pre e post scuola ma soprattutto la continuità di apertura 12 mesi l’anno.

Agli alunni della scuola primaria miele inoltre, viene offerta la possibilità di frequentare la scuola di nuoto federale, i corsi di danza e di arti marziali, questo grazie all’ubicazione della scuola miele posta all’interno del grande complesso sportivo “Falco Sport Village” www.falcosportvillage.it

Nel periodo estivo vivono  il “Summer Camp”, una speciale organizzazione che si rivolge agli scolari della miele con momenti indimenticabili fatti di escursioni, laboratori ed attività d’animazione a bordo piscina. Un vero villaggio vacanza con meritato relax…

La Scuola Primaria MIELE vanta dello status di Scuola Paritaria, riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

CODICE MECCANOGRAFICO: NA1EAN500C

Un cammino di 5 anni

Attraverso l’attenzione e il fascino del rapporto con le insegnanti, il bambino è chiamato a crescere, in continuità con la scuola dell’infanzia, imparando a identificarsi come parte di un gruppo-classe, dentro la quale servono le regole per crescere in autonomia e diventare scolaro: imparando tutti i giorni qualcosa, con un metodo e venendo valutati su ciò che si impara.

 

  • La prima elementare è l’annodella scoperta del mondo dei segni, con l’acquisizione di lettura, scrittura e calcolo supportati da un orizzonte di esperienza “fisica” molto forte.

 

  • In seconda e terzail passaggio è dal possesso degli strumenti alla competenza: per dare sistematicità, sicurezza, padronanza.

Occorrono: consolidamento, esercizio, produzione: è l’anno dell’acquisizione del metodo

     di studio.

 

  • In quarta e quinta si impara attraverso le discipline, cioè si legge la realtà del mondo con gli occhi delle diverse “materie”. Si valorizza il lavoro personale degli alunni, potenziando e verificando l’autonomia e le competenze a partire dall’attività didattica, e si apre la questione dell’autovalutazione, perché ogni alunno maturi la coscienza del suo limite e delle sue capacità.

L’organizzazione delle attività della scuola intende rispondere a specifiche esigenze educative e didattiche:

 

  • Un calendario scolasticoche considerando una pluralità di esigenze, sia però anche significativo per i bambini e la didattica.

 

  • Un tempo-scuola che salvaguardi untempo-libero adeguato per i rapporti familiari ed extrascolastici, per l’espressione di interessi anche diversi da quelli che la scuola prevede e per l’esercizio della responsabilità personale attraverso i compiti.

 

  • Un quadro orario giornalierodelle attività che coniughi i ritmi e le modalità di apprendimento proprie delle diverse età, con i vincoli organizzativi.

 

  • Una stabilità di rapporti tra insegnanti ed alunni, che renda percepibile la guida dell’adulto e permetta il dialogo.

 

  • Un’alternanza di attività di classe, di interclasse e di scuola per un clima scolastico fatto di contattie di responsabilità allargate.

 

Nel rispetto delle disposizioni di legge e dei regolamenti valendosi delle norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, la scuola prevede:

 

  • Un orario settimanaledi attività distribuito in sei giorni, dal Lunedì al Sabato, per complessive quarantadue ore settimanali di attività didattiche

 

  • Una gestione dei tempi di insegnamento stabilite per le diverse discipline, in termini di monte-ore annuo, ridistribuito periodicamente per progetti formativi definiti dal collegio dei docenti.

 

 

I momenti comuni

 

Al lavoro delle singole classi si affiancano i “momenti comuni” di interclasse: attività che danno spunti di metodo nel percorso di apprendimento delle principali discipline.

 

Durante questi momenti l’alunno è sfidato a crescere ed imparare provocando la sua iniziativa personale, la sua capacità di attenzione, di apertura, di domanda e favorendo la consapevolezza di sé e delle sue abilità:

 

  • Il laboratorio di scrittura
    che si propone di riscoprire la potenza del linguaggio e delle forme narrative nonché di sollecitare e facilitare la sperimentazione dell’espressione di sé e della realtà attraverso la scrittura prodotta in prima

 

  • Le giornate di matematica
    che offrono ai bambini alcune occasioni speciali durante l’anno scolastico in cui cimentarsi con la matematica in modo diverso dal solito, originale e significativo, mettendo i bambini in condizione di “fare esperienza” di alcune acquisizioni di matematica.

 

  • Interventi di esperti
    che, per interesse personale e/o professionale, hanno maturato conoscenze specifiche in alcuni argomenti oggetto del programma didattico ( medici, ricercatori, artigiani, ecc.).